Questa mattina sono entrato in un negozio e non ho potuto fare a meno di ascoltare un dialogo tra 2 persone nel quale una diceva all’altra:” Ho provato tutto, anche i Fiori di Bach…..ma su di me non funzionano”, così mentre l’altra le ha risposto che lei invece ogni volta che ha bisogno ricorre al Rescue Remedy (rimedio d’emergenza da assumere in ogni occasione e per interrompere uno stato di grande stress momentaneo), la prima continuava “….guarda ho provato veramente di tutto ma su me nulla funziona!”. Mentre lo diceva aveva un’espressione molto soddisfatta e trapelava il godimento del conoscere a fondo se stessa e del poterlo confermare alla conoscente, amica o quello che era l’altra persona coinvolta nel dialogo.

 

In questi 17 anni che utilizzo i Fiori di Bach gli unici casi in cui ho visto non funzionare erano di 2 tipi:

  • quelli legati alla non corretta assunzione e conservazione da parte della persona;
  • quelli correlati all’operatore (scelta dei fiori superficiale o scorretta, non valutazione di tutte le  variabili in gioco,  consiglio da manuale e non in base delle effettive esigenze della persona)

 

Lasciando stare le variabili legate alle persone in cui è compito dell’operatore insegnare e fare educazione sulle corrette modalità di assunzione e conservazione, prendiamo per un momento in esame quelli che vengono chiamati autosabotaggi.

La persona che ha un disturbo fisico o emozionale ha un vantaggio e contemporaneamente uno svantaggio dal vivere quello stato.
Quando lo svantaggio è vissuto dalla mente conscia e anche da quella subconscia in maniera prioritaria, allora il riequilibrio è un processo automatico e i Fiori di Bach possono solo accelerare o catalizzare qualcosa che se anche lasciato a se, avverrà autonomamente.
E’ chiaro che se  con l’assunzione di Fiori di Bach un episodio emotivo viene debellato in qualche giorno o in un mese (se particolarmente radicato) e lasciato a se stante ci mette 2 anni, c’è una grande differenza per la persona che lo vive.

Quando invece la persona vive nella sua mente conscio lo svantaggio che quella situazione porta e nella sua mente subconscia è  presente in modo prioritario il VANTAGGIO, allora la persona non metterà in atto nessun processo omeostatico per ritornare all’equilibrio emotivo o emozionale.
Quello che è chiamato il VANTAGGIO SECONDARIO domina dal profondo, senza che spesso la persona ne sia cosciente ( non se lo cerca in modo logico), impedendole dall’interno di riportare equilibrio; in questo caso tutto quello che assume o fa per la “guarigione” viene sabotato con il risultato di un effetto scarso nel migliore dei casi, mentre solitamente si verifica quello che è il tema del dialogo delle due donne sopra: nessun effetto al trattamento.

Tutto questo tenendo presente che il consiglio dell’operatore sia giusto.

In che modo la Kinesiologia Olistica Integrata pone rimedio a tutto questo?

Lo può fare in deversi modi:

  1. valutando all’inizio sessione se c’è la presenza di vantaggi secondari che impediscono il tornare di nuovo a stare bene;
  2. valutando se questi vantaggi secondari possono essere consapevolizzati e soddisfatti in un altro modo;
  3. testando attraverso il test muscolare se servono, sono utili o ancora meglio fondamentali alcuni Fiori di Bach che sono indicativi e utili quando tutto il resto non funziona.

Quali sono questi Fiori di Bach ?

Alcuni sono deducibili anche dal colloquio:

 

  • Gentian
  • Gorse
  • Larch
  • Olive
  • Centaury
  • Hornbeam
  • Willow
  • Chicory
  • Heather

 

Altri solo attraverso sistemi di bio-feedback con il corpo come la Kinesiologia

  • Chestnut Bud
  • Star of Bethlehem
  • Walnut
  • Pine
  • Gorse
  • Wild Rose

in quanto la motivazione al blocco, agisce su un piano più profondo da quello prettamente mentale.

Se hai da poco iniziato ad utilizzare i Fiori di Bach e non vedi o senti l’effetto, tieni presente che la causa può essere dentro di te e non nei Fiori o nell’operatore.

I Fiori di Bach funzionano sempre se solo li lasciamo agire senza ostacolarne l’effetto e abbiamo detto che questo avviene per dei “programmi” che abbiamo a livello subconscio e che per fortuna possono essere debellati o ristrutturati.

Se sei un operatore e sei interessato a comperare il SET di 40 Fiori di Bach con il 15% di sconto 

CLICCA QUI

Se vuoi leggere dei libri sui Fiori di BACH 

CLICCA QUI