In questo articolo stai per scoprire in che modo la Kinesiologia e il Test Kinesiologico, possono aiutare a trovare e correggere le cause mentali di chi non riesce a dimagrire.

Quante persone ci sono che dopo aver iniziato una dieta e aver perso 2-3 Kg, si bloccano e non riescono a perderne altri ?

E che dire di quelle a cui dopo 1-2 mesi dal seguire un’alimentazione corretta, si sabotano e iniziano a mettere in atto comportamenti opposti al risultato che vogliono ottenere ?

Jenny, ha preso un’appuntamento per una sessione privata perché nonostante diversi tentativi, non riesce a perdere peso.
Ha accumulato 4 kg  di massa grassa che non riesce a lasciare andare nonostante diverse diete che ha seguito.

Questa cosa la turba molto perché ci tiene alla sua immagine e non si sente a posto con se stessa quando va in piscina quelle 2 volte a settimana.

Si parte con il definire l’obiettivo

Inizio la sessione chiedendole definendo quale risultato vuole raggiungere ottenere.
Se non sappiamo di preciso dove vogliamo andare, percorreremo strade che non saranno quelle che vogliamo veramente percorrere.
Attraverso delle tecniche di immaginazione, la guido per amplificare l’esperienza sensoriale e aumentarle la sensazione di piacere nel raggiungere l’obiettivo.

Entriamo nel vivo della Kinesiologia Emozionale

Controllo attraverso il test Kinesiologico, che la sua mente conscia e quella subconscia, siano allineate:

  •  nel volere raggiungere l’obiettivo
  • nel desiderarlo
  • nell’essere pronta
  • nell’essere disposta a raggiungerlo
  • nell’essere meritevole di viverlo
  • nell’impegnarsi al 100% per raggiungerlo

Dopo l’obiettivo, analisi dei blocchi

Continuo sempre guidato dal Test Kinesiologico Semplificato per verificare se ci sono Blocchi al raggiungimento del risultato.

Trovo che il 3° chakra non sta lavorando in modo armonico rispetto all’obiettivo con la conseguenza che gli sta impedendo il raggiungimento del risultato.

Per quale motivo il 3° chakra lavora “male” ?

Attraverso l’approfondimento dei test muscolari kinesiologici, arriviamo al nucleo della disarmonia del suo 3° chakra:

  •  nell’evoluzione emotiva della persona c’è stato un Blocco nell’Apprendimento del suo livello di maturità emotiva

Il blocco in questione per Jenny è anche una lezione spirituale che deve apprendere:

“Imparare a rispettare la libertà degli altri, accettare le loro scelte senza cercare di controllare o influenzare gli altri”.

Jenny, risponde che non comprende appieno questa tematica e secondo lei l’unico settore della sua vita in cui lo manifesta è il lavoro.

Dopo qualche domanda, riflette e mi racconta che con la madre, la suocera e altre persone non ha questo tipo di problema!!!  🙂

Utilizzo delle frasi di congruenza per fare chiarezza

Provo a verificare la congruenza tra la mente conscia e quella subconscia attraverso le affermazioni fatte a voce alta.
Se il Test Muscolare rimane forte, c’è coerenza.
Se dopo l’affermazione, il Test Kinesiologico diventa immediatamente debole, non c’è congruenza tra conscio e subconscio.

Queste sono le frasi che le ho fatto formulare :

  • “Accetto mia madre così com’è senza cercare di controllarla o influenzarla!”
  • “Accetto mia suocera così com’è senza cercare di controllarla o influenzarla!”
  • “Accetto il figlio di mio marito esattamente così com’è senza cercare di controllarlo o influenzarlo!”

Quale risultato ?

Le risposte al Test Kinesiologico davanti alle affermazioni, sono risultate tutte FALSE.

Questo dimostra che a livello subconscio, Jenny aveva l’informazione esattamente contraria a quello che stava affermando !

Rimane allibita e lo stupore continua quando le trovo che attraverso il controllo e il cercare di influenzare gli altri soddisfa un BISOGNO BASALE.

Quale bisogno basale ?

Quello di SICUREZZA.

Con molto stupore, si rende conto per la prima volta nella sua vita che attraverso il controllo e cercando di far comportare gli altri come farebbe lei, soddisfa il suo bisogno di sicurezza e che è un modo per non provare dolore.

Per la prima volta si rende conto che quando gli altri si comportano e fanno ciò che lei si aspetta  o ciò che lei vede come bene per loro, si sente bene e al sicuro.

Altrimenti prova dolore e non si sente a posto.

[alertbox]Ogni Bisogno Basale che noi cerchiamo di soddisfare nella nostra vita adulta, ha una corrispondenza in un preciso istante della nostra infanzia ( a volte anche in precedenza).
In quel preciso istante non è stato soddisfatto per la primissima volta e si è creata una ferita, che ora da adulti, abbiamo inconsapevolmente bisogno di sanare.[/alertbox]

Ma ora la domanda è: ” Quando si è innescato tutto questo ?”

Il test kinesiologico permette di individuare lo stress energetico che è memorizzato sotto forma di memoria psicoemozionale.
In questo caso è stato vissuto a 3 anni.

Ma cosa è successo in quel momento ?

Ci sintonizziamo con quel momento e verifichiamo che in quel preciso istante si è creata una Credenza Negativa :

  •   “Io non sono abbastanza perfetta”

Questa credenza subconscia guida Jenny in modo automatico, come se non avesse il controllo razionale su alcune cose e le fa mettere in atto certe modalità comportamentali ben specifiche (che non le permettono di essere al suo 100%).

Iniziamo a correggere

Le faccio applicare una tecnica di correzione energetica sia sul momento presente, che sul preciso istante in cui è stata creata la credenza negativa……e dopo pochi minuti abbiamo la prova di un cambiamento della sua energia circolante.

Dopo la correzione il test della coerenza emozionale, racconta che la sua mente consapevole e inconsapevole, sono allineate su:

  • ” Io sono perfetta così come sono”
  • “Non ho bisogno di controllare e influenzare gli altri per sentirmi sicura”
  • “Ho lasciato andare  completamente il bisogno di controllare e influenzare gli altri per sentirmi sicura”
  • “Posso lasciare liberi gli altri di essere esattamente come sono e provare senso di sicurezza in me”

Ora Jenny può tornare a casa

Avendo cambiato qualcosa nella sua mente subconscia può permettersi di non aver più bisogno di controllare gli altri.

Grazie a questo, anche il suo peso ora può diminuire.
Esso non ha più bisogno di essere mantenuto perché non servono più a livello emotivo, una serie di aspetti simbolici che le facevano avere l’apparente sensazione di equilibrio.

Quanto in profondità ci può guidare il Test Kinesiologico ?

Tanto se ci si lascia guidare da questo fantastico strumento che è il test kinesiologico.
Riesci ad immaginare, cosa si può scoprire in 20-30 minuti attraverso queste procedure ?!

C’è gente che dopo una vita di ricerca, ancora è lì a chiedersi il perché delle cose su situazioni di vita che non riesce a cambiare!

In questa sessione ho applicato alcune modalità e procedure Kinesiologiche del Kine4Coaching .

E’ una procedura di mia ideazione e che coniuga la Kinesiologia con lo sviluppo personale e il Coaching.

Se in questo momento ti sta passando qualcosa per la testa inerente al presente articolo, domande, dubbi, curiosità, perplessità, mi farebbe piacere se commentassi qui sotto !!! 🙂

[alertbox_notice]

Se vuoi approfondire gli argomenti, puoi leggere questi libri:

CHI SIAMO VERAMENTE di Roy Martina – Tecniche Nuove

EQUILIBRIO EMOZIONALE di Roy Martina- Tecniche Nuove

UTILIZZA LA TECNICA PSICH-K di Robert Williams – Macro Edizioni

[/alertbox_notice]