In questo articolo voglio spiegarti perché l’ACCETTAZIONE non è sempre possibile da subito come ci vogliono far credere.


RIFIUTARE ciò che non ti piace, quello che non vorresti vivere, quello che ti crea dolore o che rovina i tuoi piani….è NORMALE.

E’ da persone normali che non vanno in giro “filosofeggiando concetti spirituali” come se loro ne fossero immuni.

E’ normale ed è una reazione emozionale immediata di adattamento all’ambiente nel quale vivi, quando questo, non corrisponde all’idea che ti sei fatta su come deve o dovesse essere.

Se riesci a vivere veramente praticando “il distacco” e non creando “aspettative” su niente, allora sei molto spirituale.

Riesci a vivere quel vuoto che poi ti riempie.

Ma se sei come la maggior parte delle persone umane che vivono una vita terrena in mezzo ad altre persone, allora la reazione di MALESSERE che si crea dentro di te in seguito al RIFIUTO di quello che stai vivendo, è NORMALE.

Ci tengo particolarmente a sottolineartelo.
Per questo te l’ho ripetuto.


Troppe volte ho assistito a situazioni dove Operatori Olistici “Superspirituali”, a forza di calcare il dito sul fatto che se non pratichi il distacco e non riesci a non farti aspettative, allora la colpa del dolore interiore è tua….innescando un vero e proprio senso di colpa sul malcapitato.

Così, si aggiungeva al dolore iniziale, altro dolore per il fatto di iniziare a credere di “avere sbagliato“, “di avere sbagliato tutto“….”di non essere perfetti“….etc etc

Ora voglio che tu sappia che al di la di queste loro idee, la biologia di cui siamo composti, il nostro DNA, la nostra fisiologia ha previsto solo 2 reazioni di adattamento:

  • la lotta per cambiare quello che in quel momento Rifiuti
  • la fuga…per fuggire dal ciò che stai Rifiutando in quel momento

Come puoi vedere sono reazioni fisiologiche che fino a quando sei in vita, sono sempre attive.

E’ la tua biologia.
Quindi non credere a chi ti dice che non è NORMALE.

SE LO FAI o lo hai fatto, è NORMALE.
Quello che non è normale è che con il passare del tempo (ore, giorni, mesi…a volte anni) tu mantenga ancora ATTIVA una reazione che è IMMEDIATA e destinata a variare quello che stai vivendo in un determinato momento.

Ecco, questo non è normale perché non corrisponde al modo fisiologico di lavoro della nostra biologia quando il sistema è in equilibrio.

Per cui se continui ad utilizzare una reazione che è per IL MOMENTO IN CUI VIVI LO STRESS EMOZIONALE, come qualcosa di costante o che sia GIUSTA sul LUNGO TEMPO, allora c’è qualcosa che ti sta condannando ad un MALESSERE INTERIORE CRONICO.


Stare male diventerà una ABITUDINE.

SI, hai letto bene.Una abitudine come mangiare, bere, dormire, evacuare……..quindi qualcosa di assolutamente necessario.

Immagino che comprendi molto bene….che rendere il malessere interiore una abitudine è qualcosa che ammazza il tuo bambino interiore, quello che vorrebbe essere felice, gioioso e spensierato….lo ammazza lentamente.

Chiaramente, “ammazza” è una metafora che poteri sostituire con “spegne”….ma per me è importante che tu capisca cosa ti succede se dopo un po di tempo non inizi a pensare all’ACCETTAZIONE.

Si perché… l’ACCETTAZIONE è l’unica via per ritrovare la PACE INTERIORE…quella che poi fa nascere anche nuove idee o modi per uscire dalla situazione che ti disturba.


ACCETTAZIONE REMISSIVA contro ACCETTAZIONE ATTIVA

Quindi non sto parlando di una ACCETTAZIONE REMISSIVA a cui piegarti e SUBIRE.
Sto parlando di un ACCETTAZIONE ATTIVA che ha la capacità di fermare il turbinio emozionale e mentale e ridurti le onde cerebrali facendoti rilassare.

L’attività elettrica del tuo cervello passa da caotica a equilibrata e così ti permette di ideare nuovi pensieri o vedere la stessa situazione da un punto di vista diverso.

Questo porta inevitabilmente a prendere in considerazione altri fattori che ti faranno avere una ACCETTAZIONE ancora più profonda e direzionare il tuo Focus mentale in maniera migliore e spesso, per cambiare quello che non va nella tua vita.

La domanda che spesso mi viene fatta è:
“Come faccio quando stò rifiutando e sento quelle emozioni negative così forti…ad accettare ?Ci ho provato ma il pensiero mi torna lì !”

E’ normale perché quando stai RIFIUTANDO, la tua bioenergia, quella che circola nei meridiani di agopuntura ( come se fosse un sistema idraulico dentro il tuo corpo), diventa caotica e disequilibrata.

Diventando caotica, non regola più le attività fisiologiche degli organi, della biologia … ma anche delle emozioni che vivi e provi.


INTERROMPERE LA CONNESSIONE TRA EVENTO E EMOZIONE NEGATIVA

Riequilibrando la libera circolazione energetica sui meridiani, immediatamente non riuscirai a sentire più l’emozione negativa.

E’ come una catena di 3 anelli, dove quello centrale viene spezzato.

C’è ancora la situazione ambientale che non vuoi (anello della catena alla tua sinistra) ma non è più connesso con l’emozione negativa (anello della catena alla tua destra).

Fino a che l’anello centrale era integro ( circolazione energetica disordinata) le 3 cose erano collegate e rimanevano attive.

Adesso che l’anello centrale è stato spezzato, non c’è più “una catena” di causa effetto.

Rimane la causa ma non c’è l’effetto finale (emozione negativa) perché sei in Pace.

 

Questo è come funziona la Kinesiologia Emozionale RD su di te e il motivo per cui è tanto importante per tutte quelle persone che vogliono smettere di lottare CONTRO qualcosa che spesso è accaduto mesi o anni fa o quando eravamo piccoli.

Continuare ad alimentare il MALESSERE per qualcosa che non è più attuale, non ha senso.