Ci sono tante persone che costantemente prendono decisioni, fanno scelte, si focalizzano su un obiettivo per migliorare la loro vita o un aspetto di essa….e puntualmente a distanza di tempo, si sono incasinate.

 

Come è possibile ?
Secondo te, come è possibile decidere di migliorare e invece ritrovarsi che sei in balia di cose non previste e che ti peggiorano la situazione rispetto a quella di partenza ?

Semplice !

Una delle possibilità, la più frequente, è quella di non aver valutato in anticipo e in maniera approfondita, quali variazioni che avrebbe portato quella scelta o il raggiungimento di quell’obiettivo, negli altri settori della propria vita.

 

Non è stupidità o ignoranza o….superficialità !

Siamo talmente presi dagli impegni nella vita quotidiana e dalle cose da fare, che spesso diamo per scontato alcune cose.
Alcune valutazioni non ci viene automatico farle, se non siamo abituati.

E’ un meccanismo normale della mente che cerca sempre di lavorare con la maggior economia possibile e con il minor stress mentale.
Quello che apparentemente non serve…non è interessante….non è utile al momento….tendiamo a “non vederlo”.

 

Questo ci porta inevitabilmente a non prendere in considerazione tutte le parti in causa….con ovvie conseguenze.

Ecco, per esempio, che una decisione presa senza valutare bene l’effetto sugli altri, si rivela stressante per il marito/moglie, per i figli, per la fidanzata/o, per i genitori, per i colleghi di lavoro, per gli amici o per i nostri più stretti collaboratori.

In questo caso, se loro riescono ad adattarsi a questa “nuova quotidianità”, allora ne nascerà una nuovo equilibrio tra le parti coinvolte.

 

E se non riescono a fare questo “scatto mentale” ?

Se non riescono a fare questo scatto mentale perché non si sentono coinvolti nella decisione, non si sentono parte della scelta e vanno nella modalità “vittima on” (hanno acceso il pulsante dello stato di vittima), allora ci saranno conseguenze che peggiorano per un certo motivo di tempo, la tua vita.

La peggiorano perché ti ritrovi con un partner che ti lascia, perché non riesce ad accettare quello che hai deciso.
Oppure un figlio adulto che smette di parlarti e non ti vuole più vedere per quello che hai fatto !
Un amico/a che se la prende per la tua decisione e reagisce non volendo più passare del tempo con te perché non ti ritiene un amico/a.
Un collega di lavoro o un collaboratore o un cliente che ti molla….perché non gli va giù quello che hai scelto e non vuole più avere alcun rapporto con te

 

Per non parlare poi…..

Per non parlare di quelli che si comportano cosi, ma che non hanno il coraggio di dirtelo apertamente.

Tu pensi  e rimugini su quale motivazione o cosa sia successo, e invece….”la tua scelta”..”la tua decisione”…”il raggiungimento del tuo obiettivo e le azioni che hai fatto per arrivarci” hanno creato quello che stai vivendo.

 

Ogni azione ha sempre delle conseguenze !

 

Nel caso sopra, non armoniche per ciò che vuoi vivere.
In altri casi, assolutamente armoniche.

D’altronde, ogni decisione o scelta la prendiamo per un fine positivo, per uno scopo migliorativo, evolutivo, che ci porta ad un livello superiore rispetto a quello che stiamo vivendo in quel momento.

 

Quindi ogni decisione è potenzialmente armonica.

Ho scritto potenzialmente armonica perché se lo è o meno, lo vedi dall’effetto che lo ha sulle altre aree della tua vita:

  • famiglia
  • figli
  • amore
  • salute
  • lavoro
  • professione
  • abbondanza economica
  • amicizie
  • tempo libero
  • crescita spirituale
  • etc…..

 

Quindi, quello che devi tenere a mente è che SE NON VALUTI IN MODO APPROFONDITO le decisioni che prendi, puoi ottenere un effetto opposto o contrario a quello che volevi o hai idealizzato.

 

La stessa cosa succede quando un Operatore Olistico, un Sanitario o una persona comune, sceglie di aiutare qualcun altro.

Nella valutazione, analisi e scelta dell’intervento o rimedio più indicato per la persona con lo scopo di aiutarla a risolvere una certa questione ( fisica o emozionale o energetica ), potrebbero non essere valutate in modo utile,  le conseguenze che si hanno ad altri livelli.

Per esempio se consiglio con troppa superficialità un ‘integratore a base di Meliloto e un mix di altre piante per cellulite, potrei fare un danno se la persona ha problemi con la coagulazione del sangue.
Ipotizziamo che si fa un piccolo taglio con il coltello da cucina mentre affetta le zucchine….e deve ricorrere al pronto soccorso perché non si ferma la fuoriuscita di sangue !!!!

Ma esistono conseguenze anche su altri livelli:

  • Emozionale
  • Spirituale

 

Quando vuoi aiutare una persona a stare meglio, se a livello di Mente Non Consapevole ha un programma Emozionale contrario, ci possono essere conseguenze che la portano a stare peggio di prima.

E’ come se una parte della persona di cui lei non è conscia, si ribellasse a quello che viene fatto.

Ecco perché alcune volte i pazienti di medici, i clienti di massaggiatori, fisioterapisti, naturopati, medici, counselor, operatori olistici, estetiste….ricevono il trattamento giusto e adeguato al caso ma ottengono l’effetto contrario.

Questo nel caso estremo.

In altri casi, ottengono un effetto solo parziale o che dura un po di tempo e poi torna.

Il problema è quando la durata di “quel po di tempo” si aggira da pochi minuti a poche ore.

 

Ma allora come fare ?

Quando  prendi delle decisioni di vita personale, la cosa migliore che puoi fare è approfondire e valutare molto bene, le conseguenze sulle altre persone e sui vari settori della tua vita, quando avrai ottenuto quello che desideravi con la tua scelta.

In questo ti può aiutare un coach o un operatore che valuti l’appropriatezza dei tuoi:

  • obiettivi
  • risultati
  • azioni
  • valori

rispetto alla tua Mente Conscia e a quella Non Consapevole, per non ritrovarti che una parte di te vuole una cosa e l’altra te lo impedisce perché attiva il Pilota Automatico Emozionale Contrario.

 

Se invece stiamo parlando di terapie mediche o trattamenti olistici

In questo caso, come operatore (ma anche come cliente, perché lo devi esigere), vanno valutate anche le altre conseguenze, prima di fare qualsiasi trattamento e qualsiasi applicazione olistica.

Adesso ti faccio capire meglio !

  • Se una qualsiasi parte del sistema della persona (corpo-mente-anima) non fosse DISPONIBILE a lavorare con te su quel problema, quali sarebbero le conseguenze del tuoi aiuto  ?
  • Se non fosse disponibile a RISOLVERE completamente il problema, cosa starebbe cercando in verità attraverso il tuo intervento ?
  • Se non fosse disponibile ad accettare “gli stimoli di riequilibrio” che stai mettendo in atto, per quale motivo dovresti continuare a fargli trattamenti e farlo pagare quando non ottiene beneficio da quello che fai ?
  • Se non ci fosse sufficiente Volontà Emozionale di RISOLVERE il problema, dove puoi aiutarlo/a ad arrivare, se manca “la benzina principale” che accende il fuoco del desiderio di arrivare ad un certo stato o una certa meta ?
  • E se il corpo-la mente o lo spirito della persona non sentisse di avere “il potere-capacità” di RISOLVERE quel problema, tu che cosa stai facendo e per chi ?
  • E se, risolvere la problematica, non fosse bene per la persona o per la sua famiglia o per il contesto sociale nel quale vive, quale conseguenze negative ci sarebbero per la persona che ancora non ha preso in considerazione ?

 

Il mio intento è di mostrarti come a volte le cose possono essere più profonde della semplicità con cui a volte vengono proposte certe cose che sento dire.

Ma voglio anche dirti, che questo tipo di valutazione può essere estremamente facile metterla in pratica con un Metodo come Kinesiologia Emozionale RD.

E’ possibile perché nel protocollo, ci sono domande precise messe per iscritto su Schede Operative Uniche nel loro genere, che ti guidano in modo esatto, passo per passo, su quello che devi fare,
quando lo devi fare e come lo devi fare.

E’ come avere un Esperto in Kinesiologia Emozionale RD al tuo fianco, che ti aiuta a fare una sessione emozionale senza richiederti lo sforzo di improvvisare e facendoti accedere alla mia stessa esperienza senza il bisogno di studiare per 30 anni e facendo tutti gli step come Infermiere, come Naturopata e frequentatore assiduo di corsi olistici, spirituali e di crescita personale.

Se ti interessa il Corso di 1° livello o l’intero Percorso in Kinesiologia Emozionale RD,
CLICCA QUI’