Tra i partecipanti del corso di Kinesiologia che si è svolto a Bologna, c’era anche Romeo Bazzani.

Romeo è un medico specializzato in Ostetricia e Ginecologia, Ipnosi e Psicoterapia, Omeopatia e Omotossicologia e anche se ha questa grande lista di specializzazioni è una tra le  belle e intelligenti persone che ricercano il modo per migliorare quello che possono dare ai loro pazienti/clienti; questo l’ha portato ad incrociare il suo cammino con il mio frequentando il corso di Kinesioogia Olistica Integrata.

“Depressione post-partum , il Museo degli Orrori e come siamo bravi a farci del male da soli.

 

E. è nata in Russia nel 1974 , conosce un italiano si stabilisce in Italia , si sposa e successivamente

ha due figli. Piccola , minuta , fragile , biondina con due occhi azzurro-acqua sembra una ragazzina,

vuole il terzo figlio.

E’ in competizione con la cognata che è incinta , ma lei invece non riesce e si rivolge a me.

Il suo ipotalamo si ribella. Dopo alcuni mesi di terapia omeopatica ecco finalmente anche lei è gravida.

La gravidanza procede bene ma al quarto mese un controllo ecografico rivela una cisti ovarica.

Un collega ospedaliero interpellato dai familiari cerca il consenso della paziente per effettuare un intervento , l’intervento in gravidanza è classificato come ” altissima chirurgia ” porterebbe molto

lustro al collega ed al Reparto. Sconsiglio vivamente l’intervento data la natura benigna della

cisti valutata da me ecograficamente. La gravidanza prosegue senza problemi.

La Signora E decide di partorire in un Ospedale lontano da casa dove telefonicamente le

avevano promesso l’anestesia epidurale ma invece arriva già col parto “aperto” e tutto si

svolge bene in breve tempo e nel migliore dei modi ( ma senza anestesia ).

Mi telefona abbastanza agitata per un controllo dopo due mesi dal parto.

Entra , la faccia triste , la postura sofferente ancora per il parto , presenta bacino ruotato

all’indietro e capo chino . Il bimbo sta bene , lei fisicamente sta bene , la cisti è scomparsa …..

Il mio pensiero : normale depressione post-partum , tratterò il bacino e il suo blocco

e siamo a posto ! Ma in quel momento la paziente scoppia in un pianto irrefrenabile

e tra i singhiozzi mi racconta di una sua amica che ha perso un bambino nei primi mesi

di gravidanza . E. non so come ha letto , forse internet , che certi aborti sono provocati con instillazione di soluzioni saline concentrate e mi incominicia a raccontare che vede di

continuo questi bimbi “bruciati dal sale ” e questi bimbi le turbano la vita , il sonno e

la mandano in profonda depressione. Il marito la vuole mandare da uno psichiatra ,

la vita in famiglia è profondamente turbata.

La testo e mi da debole Fegato e Cuore , coi mudra dice che vuole un trattamento emozionale.

Invoco ed “apro la cupola” ( come negli osservatori astronomici !)

La paziente è seduta e mi è molto facile mandarla in stato Theta , con voce profonda sicura

e coordinata col suo respiro le racconto che certe cose succedono al mondo , che il mondo

è fatto di tante città , che in ogni città c’è un piccolo Museo degli Orrori ma che nè io nè

E ne facciamo parte, non è il nostro compito, e che lei E non è causa di tutto ciò nè tantomeno

dovrà essere la ” custode ” del Museo degli Orrori.

Cosa possiamo fare quando il pensiero di questi bambini ci arriverà alla mente ? Possiamo

dire una preghierina oppure mettere un fiorellino in un vasetto ed invocare una Luce Superiore.

Mentre parlo le sto facendo “palming” sulla fronte e sulla nuca (T.F.O. TRATTAMENTO FRONTE OCCIPITE, ndr)  e in questo momento “sento”

con la destra che gli emisferi si stanno sincronizzando ed allora continuo raccontandole

di quel prato fiorito vicino a casa sua , dove è nata , proprio “quel prato che lei sa ” “proprio

quello ” e della sensazione di pace e di benessere che provava e che sta di nuovo provando.

Col “palming ” sento che la sua corteccia occipitale sinistra sta visualizzando ed allora

continuo raccontandole che è molto bello girare su se stessi nel prato fiorito e che proprio

in quel momento stanno arrivando anche un signore con tre bimbi e che sarebbe meraviglioso

fare un girotondo tutti insieme felici e contenti. A questo punto ripetuti segni di “otto” (tecnica di integrazione energetica attraverso i simboli dell’infinito, ndr)

sia in direzione della nuca sia in direzione del vertice non glieli leva nessuno.

Benedizione finale : E , tu hai un grosso cuore e tutti hanno bisogno del tuo cuore.

E si sveglia con un radioso sorriso e stranamente si ricorda ,mentre io me ne stavo dimenticando,

che vuole essere trattata per il trauma del parto.

Eseguo le mie manipolazioni sul bacino poi sblocco il diaframma e le dico che forse le girerà

un poco la testa . Lei mi risponde ” sono forte ! ” E’ proprio quello che volevo sentire !

Mi saluta ed esce con una schiena bella dritta e a fronte alta. Grazie Luce Divina.”

 

 

Se stai cercando un  ottimo medico che lavora in maniera olistica e globale, qui puoi trovare i suoi contatti

 

 

!-- Facebook Pixel Code -->